Devi richiedere il PIN?
Dal 1° ottobre 2020 è iniziata la fase transitoria di dismissione del PIN INPS: in tale fase l'Istituto non rilascia più nuovi PIN, mentre i PIN già assegnati possono essere utilizzati per accedere alle procedure, possono essere modificati, convertiti in dispositivi se ordinari, ripristinati in caso di smarrimento o revocati. In caso di revoca non sarà possibile richiedere un nuovo PIN.

La procedura online per la richiesta del PIN resta in uso solo per i residenti all'estero non in possesso di un documento di identità italiano, in quanto impossibilitati a richiedere le credenziali SPID.

Presso le sedi territoriali dell'Istituto, previo appuntamento e presentando il modulo MV35, potranno continuare a richiedere il PIN:
  • i genitori per i figli minori di 18 anni;
  • i cittadini di Paesi UE ed extracomunitari che non hanno un documento di identità rilasciato in Italia;
  • i tutori, curatori e amministratori di sostegno per le persone soggette a tutela, curatela e amministrazione di sostegno.
Per accedere ai servizi online INPS puoi utilizzare le seguenti credenziali, che resteranno tutte in uso anche dopo la fase transitoria: SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale), CIE (Carta di Identità Elettronica) e CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Per maggiori informazioni consulta la sezione "Ottenere e gestire il PIN".